La dieta mediterranea può aiutare a proteggere la vista

La dieta mediterranea, basata sull’utilizzo di maggiori quantità di vegetali e meno latticini, può ridurre il rischio di sviluppare una degenerazione maculare senile (DMS), secondo quanto recedentemente pubblicato dal Coimbra Eye Study.

Si tratta di uno dei primi studi che ha valutato direttamente il ruolo protettivo dei cibi invece che dei corrispettivi supplementi dietetici nel prevenire la perdita visiva dovuta alla DMS.

Il Coimbra Eye Study è stato condotto in Portogallo e ha incluso 883 persone di età maggiore ai 55 anni. I ricercatori hanno trovato una minor frequenza di DMS in quelle persone che mangiavano maggiori quantità di vegetali, legumi (come i fagioli), pesce, cereali e soprattutto frutta. Infatti, le persone nello studio che mangiavano 150 grammi di frutta al giorno avevano il 15% di probabilità in meno di avere la DMS.

Un altro dato interessante emerso dallo studio è stato che le persone che consumavano più caffeina avevano meno probabilità di avere la DMS.

I ricercatori hanno poi analizzato i nutrienti specifici contenuti all’interno dei singoli cibi consumati dai partecipati allo studio. Oltre all’innaspettato beneficio della caffeina, il loro lavoro ha dimostrato come una dieta ricca di fibre possa fornire una protezione verso la DMS. Inoltre, i risultati dello studio confermano il ruolo benefico del beta-carotene, della vitamina C e della vitamina E nel minimizzare il rischio di DMS.

In conclusione, modificare le abitudini alimentari di tutti i giorni può aiutare a proteggere la vista.

close

Iscriviti alla Newsletter!

Ricevi dallo Studio d'Azeglio tutte le news, le informazioni sugli interventi e sui corsi.

Leggi la nostra Privacy Policy e Terms of use
ti puoi cancellare dalla lista in qualsiasi momento

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookies