OCT ed Edema maculare cistoide

La tomografia a coerenza ottica (OCT) permette di ottenere immagini dettagliate, quasi istologiche, della retina e risulta ormai un esame indispensabile per la diagnosi e il follow-up delle patologie maculari.  Con l'esame OCT si può ad esempio diagnosticare l'edema maculare cistoide (EMC) di cui possono valutare anche piccole modificazioni nel tempo e la risposta al trattamento. L'EMC si caratterizza per la presenza di una o più spesso multiple cisti intraretiniche a livello dello strato plessiforme interno e/o esterno e si può ritrovare in diverse patologie retiniche come ad esempio l'occlusione venosa centrale o di branca e nelle malattie infiammatorie del segmento posteriore (uveiti posteriori).

L'EMC talvolta può comparire come complicanza dopo alcuni interventi chirurgici, come la cataratta e la vitrectomia. In questi casi è conosciuto come edema di Irvine-Gass. Nell'esempio sottostante viene mostrato un EMC di Irvine-Gass insorto 3 settimane dopo chirurgia della cataratta.

Irvine Gass

L'EMC si può inoltre riscontrare nei pazienti affetti da retinopatia diabetica, dove però spesso l'OCT mostra anche altre alterazioni tipiche di questa patologia come microaneurismi ed essudati (vedi esempio sottostante). Inoltre l'EMC può essere presente nella degenerazione maculare senile essutativa, quasi sempre associato ad alterazioni iper-reflettenti sottoretiniche (membrana nevoscolare o neovascolarizzazione coroideale).

EMD

 

close

Iscriviti alla Newsletter!

Ricevi dallo Studio d'Azeglio tutte le news, le informazioni sugli interventi e sui corsi.

Leggi la nostra Privacy Policy e Terms of use
ti puoi cancellare dalla lista in qualsiasi momento